Ricorso multa divieto di circolazione per blocco ambientale

39,00

Hai ricevuto una o più sanzioni per circolazione durante un blocco ambientale?

Acquista ora il modulo per procedere subito con il ricorso, in poche ore verrai contattato dal nostro staff che prenderà in esame il tuo caso e ti fornirà la documentazione necessaria per presentare il tuo ricorso.

L’acquisto comprende:

  • Esame preventivo del tuo verbale – Un nostro specialista analizzerá il tuo verbale al fine di individuare possibili irregolarità ed eventuali vizi di forma su cui basare il ricorso.
  • Intera documentazione per il ricorso – Se il ricorso è possibile e consigliabile, entro 5 giorni lavorativi riceverai la documentazione e tutte le indicazioni necessarie per presentare il ricorso.
  • Assistenza telefonica

N.B. Dopo l’analisi del tuo caso specifico, se il ricorso non risulterá consigliabile o percorribile ti rimborsiamo il costo del ricorso trattenendo dalla cifra totale solo 29€ per la consulenza.

Cosa accade dopo l’acquisto?

Sarai assistito in tutte le fasi del ricorso.
Il tuo verbale sarà esaminato da un nostro specialista al fine di individuare tutte le possibili irregolarità ed eventuali vizi di forma su cui basare il ricorso.
Ti invieremo tutta la documentazione necessaria e tutte le indicazioni per presentare correttamente il ricorso.
Se non conviene proseguire con il ricorso, ti consiglieremo di non presentarlo indicandoti come pagare il minimo possibile e ti rimborseremo, trattenendo soltanto il costo della consulenza di 29€.

Art.7 comma 13 – Blocco ambientale

Nel caso di blocco ambientale i comuni fanno strage di multe. Il codice della strada consente la limitazione della circolazione per accertate e motivate esigenze di difesa dall’inquinamento.
La multa appartiene a quelle che potremmo già definire di media entità, ma è opportuno presentare ricorso perché sono molti i verbali annullati a causa delle esigenze specifiche dell’automobilista come nei casi in cui si dimostri che ricorreva ad esempio una delle seguenti situazioni: trasporto di una persona invalida bisognosa di aiuto, necessità di correre all’ospedale per un’urgenza, emergenze improvvise o impreviste di diverso tipo.
Non è infatti punibile (e la multa non va pagata ma occorre presentare ricorso) quando l’infrazione è commessa in presenza di uno stato di necessità.