Come fare ricorso per una multa per limite di velocità

Presentare ricorso per una multa per superamento limite di velocità: le cause più comuni

Se hai ricevuto una multa per aver superato il limite di velocità e ritieni di essere stato multato ingiustamente, potresti decidere di fare ricorso. La normativa prevede la possibilità di presentare un ricorso entro 60 giorni dalla ricezione del verbale di multa, in modo da contestare la sanzione e tentare di farla annullare. Per fare ricorso, dovrai compilare il modulo di contestazione e inviarlo all’ente che ha emesso la multa, allegando tutte le prove a sostegno della tua contestazione.

Le ragioni più comuni per fare ricorso sono la mancanza di segnaletica, la velocità non misurata correttamente, errori nella compilazione del verbale e eventuali problemi tecnici con il dispositivo di rilevamento della velocità.

Fare ricorso per una multa per aver superato i limiti di velocità può essere un modo per difendere i propri diritti e evitare di pagare una sanzione ingiusta. Se ritieni di essere stato multato ingiustamente, ci sono diversi motivi validi per cui potresti fare ricorso.

Ecco alcune delle ragioni più comuni per contestare una multa per eccesso di velocità:

Motivo 1: Segnaletica mancante o non visibile

Se il segnale di limite di velocità era mancante o non visibile al momento della multa, potresti avere una buona possibilità di far accettare il tuo ricorso. Assicurati di avere foto o video che dimostrino la mancanza di segnaletica. In questo caso, il ricorso per multa limiti di velocità potrebbe essere accettato se riesci a dimostrare che non c’erano segnali che ti avvisavano dei limiti di velocità in vigore.

Motivo 2: Velocità non misurata correttamente

Se ritieni che la tua velocità non sia stata misurata correttamente, potresti avere una possibilità di fare ricorso. Ad esempio, potresti aver superato il limite di velocità perché stavi evitando un ostacolo o perché c’era un’emergenza. In questo caso, il ricorso per multa limiti di velocità potrebbe essere accettato se riesci a dimostrare che c’era una buona ragione per la quale hai superato il limite di velocità.

Motivo 3: Errore nella compilazione del verbale

Se c’è un errore nella compilazione del verbale, ad esempio se il tuo nome è stato scritto in modo errato o se sono stati riportati dati sbagliati, potresti fare ricorso facendo valere questo motivo. In questo caso, il ricorso per multa limiti di velocità potrebbe essere accettato se riesci a dimostrare che c’è un errore nel verbale.

Motivo 4: Problema tecnico con il dispositivo di rilevamento della velocità

Se c’è stato un problema tecnico con il dispositivo di rilevamento della velocità, ad esempio se era fuori uso o se ha registrato velocità errate, potresti fare ricorso facendo valere questo motivo. In questo caso, il ricorso per multa limiti di velocità potrebbe essere accettato se riesci a dimostrare che c’è stato un problema tecnico con il dispositivo di rilevamento della velocità.

Se decidi di fare ricorso per una multa per limite di velocità, assicurati di raccogliere tutte le prove a sostegno della tua contestazione e di presentare il ricorso entro i termini previsti dalla legge. Inoltre, tieni presente che anche se il tuo ricorso viene accettato, potresti essere comunque tenuto a pagare le spese di spedizione del verbale e altre spese amministrative.

Fare ricorso per una multa per eccesso di velocità può essere un modo per difendere i tuoi diritti e evitare di pagare una sanzione ingiusta. Se ritieni di avere una buona ragione per fare ricorso, assicurati di raccogliere tutte le prove necessarie e di presentare il ricorso entro i termini previsti dalla legge. In questo modo potrai aumentare le tue possibilità di far accettare il tuo ricorso per multa limiti di velocità.

Fare ricorso: non dimenticare i motivi comuni a tutti i tipi di multe

Non si devono inoltre dimenticare i motivi di difesa comuni a tutti i verbali

  1. notifica della multa oltre 90 giorni dalla rilevazione del passaggio col rosso (il termine scade quando la notifica è consegnata alla posta per la notificazione);
  2. errore nella indicazione dell’ora e della data dell’infrazione;
  3. errore nella indicazione del luogo dove è avvenuta l’infrazione;
  4. errore nella indicazione degli altri dati rilevanti per l’infrazione sul verbale.

per i quali vi rimandiamo al nostro articolo specifico.

Limiti di velocità in Italia

Ecco una tabella riassuntiva dei limiti di velocità vigenti in Italia:

  • Autostrade: 130 km/h per i veicoli a motore e 90 km/h per i motoveicoli
  • Superstrade extraurbane principali: 110 km/h per i veicoli a motore e 90 km/h per i motoveicoli
  • Strade extraurbane secondarie: 90 km/h per i veicoli a motore e 90 km/h per i motoveicoli
  • Strade urbane: 50 km/h per i veicoli a motore e 50 km/h per i motoveicoli

Tieni presente che questi sono i limiti di velocità massimi consentiti e che in alcune situazioni potrebbero essere in vigore limiti di velocità inferiori. Ad esempio, in prossimità di scuole, ospedali o altre aree sensibili, potrebbe essere in vigore un limite di velocità più basso. Inoltre, in caso di scarsa visibilità o condizioni meteorologiche avverse, potrebbe essere consigliabile ridurre la velocità per garantire una maggiore sicurezza alla guida.

Superamento limiti di velocità: si perdono anche i punti patente

Superare il limite di velocità può comportare il decadimento di punti dalla patente di guida. La quantità di punti che vengono decurtati dipende dalla gravità dell’infrazione e dalla velocità con la quale il veicolo è stato condotto. Ad esempio, in caso di eccesso di velocità fino a 10 km/h, potrebbero essere decurtati 1 o 2 punti, mentre in caso di eccesso di velocità superiore ai 40 km/h potrebbero essere decurtati fino a 10 punti.

Se hai ricevuto una multa per eccesso di velocità e hai deciso di fare ricorso, è importante tenere presente che il decadimento dei punti dalla patente di guida è una conseguenza automatica dell’infrazione e che non dipende dall’esito del ricorso. In altre parole, anche se il tuo ricorso viene accolto e la multa viene annullata, i punti decurtati dalla patente rimarranno “persi” e non potranno essere recuperati. Tieni quindi presente che fare ricorso per una multa per limite di velocità può essere utile per evitare di pagare la sanzione, ma non può avere alcun effetto sui punti decurtati dalla patente di guida.

Fai ricorso per una multa per superamento limiti di velocità

Se hai ricevuto una multa per eccesso di velocità e vuoi fare ricorso, potrebbe essere utile rivolgerti ad un esperto che possa fornirti consulenza personalizzata e aiutarti a compilare il modulo di contestazione in modo corretto. In questo modo potrai aumentare le possibilità di successo del tuo ricorso e ottenere l’annullamento della multa e della decurtazione die puti patente.

Una soluzione pratica e conveniente per ottenere assistenza nella presentazione di un ricorso per multa limiti di velocità è lasciare questo compito agli esperti di RicorsoMulta.net.

RicorsoMulta.net mette a disposizione dei moduli di compilazione ricorso facili da utilizzare e fornisce anche una consulenza personalizzata per aiutare gli automobilisti a presentare il ricorso nel modo più efficace possibile. Se hai ricevuto una multa per eccesso di velocità e vuoi fare ricorso, considera la possibilità di utilizzare i servizi di RicorsoMulta.net per ottenere una maggiore probabilità di successo.

guest

0 Commenti o richieste
Inline Feedbacks
View all comments